KANJURO SHIBATA SENSEI-Duecieli

KANJURO SHIBATA SENSEI

In questo post trattiamo il significato culturale, storico e filosofico del lavoro di ricerca che svolgiamo nel dojo NITEN ICHI RYU di spada, e nel dojo HAYATE di Kyudo (tiro con l’arco).

Vincenzo CESALE

www.duecieli.it

KANJURO SHIBATA SENSEI

Shibata Kanjuro nato 1921 a Kyoto, Giappone, è morto il 21 ottobre 2013 a Boulder, Stati Uniti. Era ventesimo di una linea di maestri di Kyudo, maestro della Heki Ryu Bishu Chikurin-ha (日置流尾州竹林派) tradizione. A partire dal 1980, Shibata fondata oltre 25 kyudojo negli Stati Uniti, Canada ed Europa.
Shibata a servito come Maestro arcere alla corte dell’imperatore del Giappone dal 1959 fino al 1994, quando suo figlio adottivo, Nobuhiro, è stato riconosciuto come il 21°  Shibata, e assunse le funzioni di Imperial Bowmaker.

La sua filosofia d’insegnamento

In Giappone, Shibata si è preoccupato che i suoi studenti, che erano troppo fissati sul di colpire il bersaglio, trattare il Kyudo come uno sport piuttosto che un’arte meditativa. Si sentiva che stavano diventando troppo competitivi. Shibata rappresenta quindi una visione diversa dal Kyudo Federation All giapponese (ZNKR) e giapponese Budo Association. Piuttosto che come arte meditativa, ZNKR promuove il kyudo come un’arte tradizionale del Budo, coniugare sviluppo sia fisica che mentale. Queste differenze hanno portato Shibata ad escludere il suo insegnamento dalle associazioni Budo giapponese ufficiali.

Nel 1980, Shibata ha accettato l’invito Chogyam Trungpa Rinpoche ad andare negli Stati Uniti e insegnare Kyudo, e fondò la Ryuko kyudojo (龙虎弓道场”drago-tigre sala di tiro con l’arco”) a Boulder, Colorado; è ora chiamato il Zenko Iba.
Shibata non da rango ai suoi allievi (cioè senza cintura o dan  di sistema), e non c’è test o concorsi all’interno delle scuole da lui fondate.

Le sue citazioni

• Con un cuore grande come la luna d’autunno, siamo in grado di calamitare il grande cuore della nostra stirpe illuminata, il cuore del Vidydhara Chögyam Trungpa Rinpoche, e possiamo rafforzare il nostro legame familiare attraverso la pratica della meditazione.

•  Non si sta lucidando il proprio stile di ripresa o la tecnica, ma la mente. La dignità della ripresa è il punto importante. Questo è il modo del Kyudo differisce dal approccio comune al tiro con l’arco. In Kyudo non c’è speranza. La speranza non è il punto. Il punto è che attraverso una lunga pratica e genuino la tua dignità naturale di essere umano viene fuori. Questa dignità naturale è già in voi, ma è coperto da un sacco di ostacoli. Quando sono spazzati via, la vostra dignità naturale a il permesso di risplendere.

•  Pensiamo troppo.

• Forse state pensando che la neutralità è una sorta di meta spirituale. Questo non è il caso. Guardando in profondità nei nostri cuori è l’obiettivo della pratica spirituale. Pratica del Kyudo non è neutrale. La pratica del Kyudo è una questione di equilibrio. Equilibrio non è la stessa neutralità. La neutralità cerca solo la meta. In pratica nel kyudo siamo altrettanto consapevoli della sinistra, della destra, del  centro, tutto. Quanto tempo hai praticato? Ancora una volta, ancora la pratica. Questa è la mia speranza.

Kanjuro Shibata

Share This:

Lascia un commento